immagine lusso

Il sito attento alla natura

"Abbiamo la Terra non in eredità dai genitori, ma in affitto dai figli." Proverbio Indiano

Registrati o effettua il log-in

Unione europea

“Patto dei sindaci” per l’efficientamento energetico

November 19th, 2015 by Il Blog di Manni Energy in Energie rinnovabili

Per “Patto dei Sindaci” si intende un’iniziativa voluta dall’Unione Europea nel 2008 al fine di coinvolgere appieno i governi locali nel percorso verso la sostenibilità energetica e ambientale. Lo scopo è quello di raggiungere entro il 2020 la riduzione delle emissioni inquinanti del 20%, aumentare della stessa percentuale le fonti rinnovabili e migliorare, sempre del 20%, il risparmio energetico.

Il Patto prevede la precisa stesura da parte di ogni ente aderente all’iniziativa di un piano d’azione per l’energia sostenibile, meglio conosciuto con l’acronimo Paes, che delinei le misure e le politiche che si intendono adottare per raggiungere i propri obiettivi. Il Paes necessita poi dell’approvazione dell’Unione Europea per essere ritenuto valido e dunque praticabile.

L’attivismo della provincia di Verona

Nell’ambito di questa iniziativa, si sta particolarmente distinguendo la Provincia di Verona, non a caso riconosciuta dall’Unione Europea come “struttura di supporto ai Comuni veronesi aderenti al Patto”. E a conferma di questo impegno, ... vai al blog

tags , , , , ,

Bandi di concorso dell’Unione Europea per figure scientifiche. Domande entro il 4 novembre 2010.

October 6th, 2010 by Sara in Appuntamenti, Curiosità, Varie

Dai nutrizionisti agli analisti di politiche ambientali. Dagli esperti della sicurezza delle reti agli analisti geospaziali. Oltre 270 posizioni in centri di ricerca in Germania, Spagna, Olanda, Belgio e Italia.

Pubblicati sulla gazzetta ufficiale i bandi dell’Unione europea per figure scientifiche. Domande entro il 4 novembre.

Nutrizionisti, tossicologi e microbiologi. Fisici, biologi e analisti di politiche ambientali. Esperti di econometria e analisti geospaziali. Esperti di energia e professionisti della sicurezza delle reti.

Sono i giovani talenti scientifici a cui l’Unione Europea darà nei prossimi mesi una chance. I bandi di concorso sono stati pubblicati sull’Official Journal numero 52 del 30 settembre 2010.

I centri scientifici coinvolti dalle nuove selezioni sono quelli del Joint Research Center. Centri dislocati in Germania, Spagna, Belgio, Olanda e anche in Italia.

Si tratta, in particolare, dell’Institute of Transuranium Elements a Karlsruhe in Germania, l’Institute for Reference Materials and Measurements a Geel in Beglio, l’Institute of Health and Consumer Protection e l’Institute for Environment and Sustainability a Ispra, in provincia di Varese, in Italia.

Tra i centri ci sono anche l’Institute of Perpective Technological Studies di Siviglia in Spagna e l’Institute of Energy a Petten in Olanda.

Per l’area chimica, biologia e scienze sociali sono 59 i posti messi a bando e disponibili nei centri. Per l’area della fisica i posti sono 21. Per l’area della meccanica strutturale le posizioni previste sono 12. Sono invece 64 i ruoli nell’area delle analisi quantitative politico-economiche.

Nell’ambito delle scienze dello spazio le posizioni sono 22, in particolare per analisti geospaziali e analisti di dati spaziali. Nell’area delle scienze ambientali sono 36.

Per le scienze dell’energia i posti, tutti a Petten in Olanda, sono 30. Nel campo delle comunicazioni e dell’information technology, tutti posti per l’IPSC a Ispra in Italia, le posizioni sono 27. Tra questi ci sono esperti di sicurezza delle reti e esperti di wireless communication technology.

Ai candidati viene richiesta, oltre al titolo di laurea, anche la conoscenza di una lingua tra inglese, francese o tedesco. Le domande, da inviare online, devono essere presentate entro le 12, ora di Bruxelles, del 4 novembre del 2010.

IL DOCUMENTO
L’Official Journal dell’Unione Europa vol. 52 del 30 settembre 2010

CANDIDATURE EUROPEE:
Il manuale con le info necessarie

CONCORSI UE:
I bandi aperti presso l’Unione Europea

Fonte: Repubblica.it

tags , , , , , ,

Vedi i commenti (Nessun commento) - Scrivi un commento

Il cammino verso un’Europa “rinnovabile”.

July 12th, 2010 by Diego in Energie rinnovabili

La frontiera dell’energia rinnovabile sta aumentando sempre di più i propri confini. I passi da fare sono ancora molti, e le vicende politiche di alcuni paesi europei frenano l’avanzata di una corrente di miglioramento energetico, ma l’Europa, tutta quanta, è in cammino.

Gli obiettivi dell’Unione Europea si stanno concretizzando, sopra ogni aspettativa. Il sogno di un’Europa rinnovabile non è poi così lontano.

Gli impianti di energia rinnovabile si sviluppano in continuazione e aumentano il proprio numero vertiginosamente. E’ vero che ci sono Paesi in stadi più avanzati di installazione, tuttavia il percorso da fare è comune e laddove c’è una carenza in un Paese, questa viene compensata dalle risorse di un altro.

L’Europa deve essere così, unita sul fronte unico dell’energia, e sperare in futuro di attingere energia esclusivamente dal suo straordinario ambiente naturale.

L’8 novembre scorso, una forte bufera di vento ha colpito la Spagna, senza alcun danno, anzi: più della metà dell’elettricità spagnola è stata prodotta dall’energia eolica. Eppure … continua

tags , , , , , , , ,

Vedi i commenti (Nessun commento) - Scrivi un commento

L’UE richiama l’attenzione di tutti sull’emergenza idrica.

May 27th, 2010 by Diego in Acqua, Ecologia dell'ambiente, Sviluppo sostenibile

L’Unione Europea ci chiede ciò che per qualcuno è uno sforzo insostenibile, un sacrificio assurdo: razionalizzare l’acqua sin dai nostri comportamenti quotidiani.

acquaE non è certo un richiamo alla sporcizia, bensì un monito da cogliere: l’acqua scarseggia, e continuerà a scarseggiare se non iniziamo ad accorciare le nostre rilassanti e piacevoli docce, i nostri bagni a suon di musica di sottofondo.

Negli ultimi mesi si sono verificate piogge molto abbondanti, che a tratti hanno fatto sembrare i mesi primaverili come un inverno dai torrenti in piena.

Ma non basta.

La carenza idrica prende piede in zone sempre più estese dell’Europa, e a dirlo è la stessa Commissione Europea, che ha approntato un apposito dossier, dal quale si deduce che attaverso sforzi considerevoli si può risparmiare sino al 30% del nostro patrimonio idrico: la parola chiave è “abitudine”. Abituarsi a star meno sotto la doccia, o, prima … continua

tags , , , , , ,

Vedi i commenti (Nessun commento) - Scrivi un commento

Ancora cumuli di rifiuti a Palermo e Napoli.

April 7th, 2010 by Diego in Curiosità, Ecologia dell'ambiente

Già altre volte ne abbiamo parlato, e ancora oggi l’emergenza rifiuti a Palermo non è terminata: montagne di rifiuti “sfiorano” i passanti indignati, le strade sia centrali che periferiche sono sporchissime. E anche a Napoli la situazione non è delle migliori.

emergenza_rifiutiNella città siciliana, molti cassonetti sparsi soprattutto nel centro storico sono stracolmi e i cumuli di immondizia invadono le vie e le piazze e vengono fotografati dai turisti.

In merito all’Amia, l’azienda che si occupa di raccolta e smaltimento dei rifiuti (e della quale già scrivemmo quando, in virtù dei debiti dell’azienda e quindi dei mancati pagamenti, la raccolta dei rifiuti si fermò, creando così un ulteriore accumulo per le strade), ora alcuni autocompattatori sono guasti, ed è stato annunciato il noleggio di automezzi.

In realtà, l’emergenza rifiuti continua anche a Napoli, checché se ne dica, checché la disinformazione italiana regni sovrana; “L’Italia non ha adottato tutte le misure necessarie per evitare di mettere in pericolo la salute umana e danneggiare l’ambiente; è venuta … continua

tags , , , ,

Vedi i commenti (Nessun commento) - Scrivi un commento

Quasi pronto il primo aereo con propulsione a idrogeno.

January 11th, 2010 by Diego in Aria, Ecologia dell'ambiente, Sviluppo sostenibile

Pronto al primo volo di prova l’aereo italo-europeo a idrogeno Rapid 200-Fc, un velivolo dotato di un innovativo sistema elettrico energetico a emissioni zero.

Si tratta del velivolo ufficiale della Commissione Europea per l’Innovazione Tecnologica Aeronautica e Spaziale ed è il primo Aereo italiano ed europeo propulso ad idrogeno.

“Dopo una seria di piccoli guasti che ne hanno ritardato il volo, siamo finalmente riusciti ad ottenere una certa affidabilità nel funzionamento dell’innovativo sistema elettrico-energetico” afferma il team leader del progetto europeo Giulio Romeo, docente del Dipartimento di Ingegneria Aeronautica e Spaziale del Politecnico di Torino.

“Continueremo nelle prossime settimane ulteriori prove di collaudo del sistema prima di spiccare il volo. Speriamo di partire a febbraio perchè le temperature un po’ … continua

tags , , , , , , , , ,

Vedi i commenti (Nessun commento) - Scrivi un commento

COP15: ora presiederà il premier danese. Alcuni paesi: “Noi ignorati, e poca organizzazione”.

December 16th, 2009 by Diego in Clima, Sviluppo sostenibile

Il ministro dell’ambiente danese, Connie Hedegaard, si è dimessa da presidente della conferenza Onu sul clima in corso a Copenhagen.

Il suo ruolo sarà assunto dal premier danese Lokke Rasmussen. Intanto alcuni paesi lamentano uno scarso coinvolgimento nelle trattative e un’organizzazione poco consona.

La Hedegaard parla di ragioni di protocollo, ma era stata pesantemente criticata dalle nazioni africane perché avrebbe favorito nei negoziati i Paesi ricchi.

“Con tanti delegati e capi di Stato e di governo in arrivo per rilasciare le loro dichiarazioni è giusto che sia il primo ministro danese a presiedere” ha spiegato.

Ma al summit i delegati di Brasile, India ed Ecuador, insieme a numerosi altri Paesi in via di sviluppo, si sono lamentati che il vertice sul clima “non prende in considerazione” le loro esigenze. Per i delegati il problema è con i Paesi ricchi che, secondo loro, li … continua

tags , , , , ,

Vedi i commenti (Nessun commento) - Scrivi un commento

La Cina, ambiziosa, preme sugli Usa. Paesi emergenti divisi.

December 11th, 2009 by Diego in Clima, Sviluppo sostenibile

Più tagli alle emissioni di gas serra dai paesi industrializzati: è la richiesta contenuta in una proposta negoziale che circola in queste ore nella conferenza di Copenhagen, attribuita al governo cinese, e che mira a fare pressione su Stati Uniti e Unione Europea.

La bozza chiede a 37 paesi industrializzati di ridurre le emissioni del 5% in media entro il 2012 (anno in cui scade l’attuale protocollo di Kyoto) rispetto ai livelli del 1990. Il testo inoltre prevede ulteriori specifici tagli per i paesi sviluppati nei successivi cinque-otto anni.

Nel testo presentato da Pechino, invece, ai paesi emergenti e in via di sviluppo sarebbero chiesti altri interventi e azioni per ridurre le emissioni globali, ma non vincolanti giuridicamente come quelle chieste ai paesi più sviluppati.

Ma anche tra i Paesi in Via di Sviluppo il fronte non è compatto. Al terzo giorno dei negoziati sul clima di Copenhagen si profila un’inedita spaccatura nella compagine, finora … continua

tags , , , , , , ,

Vedi i commenti (Nessun commento) - Scrivi un commento

Ora la Cina raddoppia obiettivi vincolanti su gas serra.

November 27th, 2009 by Diego in Clima, Sviluppo sostenibile

La Cina ha presentato ieri il suo primo piano per contenere le emissioni responsabili dell’effetto serra, con una lista di obiettivi «vincolanti» che il premier cinese Wen Jiabao (foto) porterà ai colloqui internazionali  a Copenhagen.

La Cina, Paese al primo posto nell’emissione di gas da attività umane che contribuiscono al riscaldamento del pianeta, si ripropone di ridurre l’anidride carbonica emessa da ogni unità del prodotto interno lordo dal 40 al 45% entro il 2020, rispetto ai livelli del 2005, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Xinhua citando il Consiglio di Stato.

Pechino ha anche precisato che questo impegno è un «obiettivo vincolante» e che ricorrerà a provvedimenti come la tassazione e misure finanziarie per raggiungerlo mentre il Consiglio di Stato, citato da Xinhua, ha detto che il Paese dovrà affrontare «enormi pressioni e notevoli problemi» per raggiungere l’obiettivo.

La Cina ha anche ribadito l’obiettivo di garantire entro il 2020 che il 15% del consumo totale di carburante avvenga con carburanti non-fossili. «Questa è un’iniziativa volontaria intrapresa dal governo cinese in base alle sue proprie condizioni nazionali ed è un grosso … continua

tags , , , , , , , ,

Vedi i commenti (Nessun commento) - Scrivi un commento

Ciao ciao lampadine ad incandescenza.

September 7th, 2009 by Diego in Aria, Curiosità, Ecologia dell'ambiente, Energie rinnovabili

L’Unione Europea ha bandito tutte le lampadine a incandescenza da 100 watt a partire dal 1° settembre 2009.

lampada-risparmio-energetico1 La vendita delle lampadine a 75, 60, 25 e 40 watt e delle alogene verrà definitivamente abolita nel mese di settembre degli anni 2010, 2011, 2012 e 2016.

Lo scopo è quello di migliorare l’efficenza energetica del 20% per il 2020. Infatti la sostituzione delle lampadine a incandescenza con i Led o con le lampadine a risparmio energetico consentirà di risparmiare più di 46 miliardi di euro di elettricità e 295 milioni di tonnellate di CO2.

Secondo e-gazzette in Europa il risparmio sarà di 40 miliardi di euro in elettricità e di 38 milioni di tonnellate di CO2. Si da il via anche alla corsa alle ultime lampadine a incandescenza che verranno accaparrate dai più scaltri collezionisti e dagli affezionati.

L’Italia rinnega tale provvedimento, discostandosene, e mantenendo la sua … continua

tags , , , ,

Vedi i commenti (Nessun commento) - Scrivi un commento
logo ok prezzi Vuoi ricevere ogni giorno le notizie sull'ambiente di Ok-Ambiente.com?
Iscriviti al nuovo servizio di NewsLetter!

http://www.wikio.it
logo ok prezzi

Cerca su Okprezzi.it

il sito di comparazione prezzi
La tua pubblicità su Ok-Ambiente.com!

Credits

Powered by
+++Nafta-Net+++

Sponsored by
OkPrezzi.it and BlogoBurn.com

Designed by
m-mstudio.com