immagine lusso

Il sito attento alla natura

"Abbiamo la Terra non in eredità dai genitori, ma in affitto dai figli." Proverbio Indiano

Registrati o effettua il log-in

Scoperto un modo per riciclare le cicche di sigaretta.

May 20th, 2010 by Elisa in Curiosità, Ecologia dell'ambiente

Dei ricercatori cinesi sostengono di aver scoperto un modo per riciclare i mozziconi di sigaretta utilizzandoli come anti-ruggine per un particolare tipo di acciaio spesso utilizzato nella fabbricazione delle trivelle di perforazione dei pozzi petroliferi.

ciccheIn questo modo le compagnie petrolifere risparmierebbero milioni di dollari e dall’ambiente verrebbe tolta un’importante fonte di inquinamento.

Come si evince da un recente studio dell’ENEA-AUSL di Bologna, accendere una sigaretta significa immettere nell’ambiente più di 4.000 sostanze chimiche ad azione irritante, nociva, tossica, mutagena e cancerogena.

Tra queste le più dannose sono senz’altro nicotina, benzene, gas tossici come ammoniaca e acido cianidrico, composti radioattivi come polonio-210, e acetato di cellulosa, ossia la materia plastica di cui è costituito il filtro.

Una parte di queste sostanze chimiche resta nel filtro e va a contaminare la porzione di sigaretta non fumata, la cicca, che secondo i ricercatori dell’ENEA dovrebbe essere trattata come un vero e proprio rifiuto tossico per l’ambiente.

Infatti, se il carico nocivo di ogni cicca è basso, il fattore che aggrava il problema è l’elevato numero di cicche prodotte in tutto il mondo (ad esempio solo in Italia sono prodotte ogni anno 72 miliardi di cicche) e gettate liberamente ovunque capiti.

Mentre una volta i mozziconi abbondavano nei posaceneri di case e locali, oggi, come conseguenza delle norme di limite al fumo e della scarsa cultura sociale, sono al primo posto tra i rifiuti raccolti in strada.

La sorprendente ricerca, che parrebbe prospettare una forma di riciclaggio per questo tipo di rifiuto, è stata pubblicata recentemente sulla rivista americana “Industrial & Engineering Chemistry Research“, e sembra particolarmente adatta per la Cina, Paese che ospita circa il 30% dei fumatori del pianeta e che è il più grande produttore mondiale di sigarette.

Jun Zhao, dottorando all’università Jiaotong di Xian, e altri colleghi cinesi hanno spiegato di aver scoperto che il “succo” di mozzicone poteva proteggere dalla corrosione un tipo di acciaio, denominato N80 ed utilizzato nell’industria petrolifera, quando veniva immerso nell’acido cloridrico a 90 gradi.

Questo tipo d’acciaio è spesso utilizzato per fabbricare le trivelle di perforazione, la cui corrosione costa ogni anno milioni di dollari alle compagnie petrolifere. L’effetto anti-corrosivo è dovuto ad una sostanza prodotta dalla combustione di nicotina e catrame.

Guy Davis, consulente di materiali di Baltimora, definisce i risultati dello studio “molto convincenti”. Egli ha già studiato l’uso di estratti di tabacco sull’acciaio e l’alluminio, scoprendo che il tabacco è uno dei migliori inibitori a base vegetale della corrosione, pur con qualche limite pratico (può favorire la muffa con il tempo e sprigiona un odore nauseabondo).

Tags relativi

, , , , , , , ,

Vedi i commenti (1 commento) - Scrivi un commento

Un commento all'articolo “Scoperto un modo per riciclare le cicche di sigaretta.”

  1. Commento di vincenzo

    Per me e una pessima idea!!!! cioe si fa qualcosa per ridurre l’impatto ambientale e invece si facilita la strada hai veri delinquenti dell’inquinamento!!!! i petrolieri??????? ma stiamo scherzando???

Lascia un commento

logo ok prezzi Vuoi ricevere ogni giorno le notizie sull'ambiente di Ok-Ambiente.com?
Iscriviti al nuovo servizio di NewsLetter!

http://www.wikio.it
logo ok prezzi

Cerca su Okprezzi.it

il sito di comparazione prezzi
La tua pubblicità su Ok-Ambiente.com!

Credits

Powered by
+++Nafta-Net+++

Sponsored by
OkPrezzi.it and BlogoBurn.com

Designed by
m-mstudio.com